aprile 11, 2018

- Consumo consapevole: riordiniamo insieme i cosmetici -


Una delle cose che amo più fare nel mio tempo libero è mettere in ordine. Trovare la collocazione migliore alle cose, osservare l'insieme e annuire soddisfatta a quello che i miei occhi vedono e che le mie mani hanno fatto, mi rilassa tantissimo. Mettere in ordine ciò che mi circonda, mette ordine nella mia testa, mi libera per un po' dalle preoccupazioni della vita quotidiana e mi trasmette positività: ecco perché amo fare la valigia o il cambio stagione. E più sono incasinata, nervosa, di cattivo umore, più sento l'esigenza di cambiare, di spostare anche un solo ninnolo da una parte all'altra della mia stanza, di rinnovare quello che c'è già o di inserire un piccolo elemento di novità che interrompa la monotonia. Con i cosmetici lo faccio regolarmente: li osservo sulla mensola e penso a come potrei migliorare la loro sistemazione, a come potrei renderne l'uso più funzionale, a come potrei invogliarmi ad essere più costante nella mia routine. Mi piace avere un piccolo angolo cosmetico tutto mio. 

In questi giorni sto pulendo e sistemando i miei cosmetici e volevo approfittarne per rendervi partecipi, per quanto possibile attraverso parole e foto, di quello che faccio e di come comunemente sistemo quello che uso. Il comune denominatore della mia organizzazione è che le cose di uso quotidiano siano a portata di mano e di vista, così che vedendole, mi ricordi di non essere pigra :P



Queste sono tutte le cose che ho in uso per il viso e il corpo, mentre i prodotti per la detersione e lo struccaggio, nonché quelli per il lavaggio settimanale dei capelli li tengo in bagno e non ve li mostro  oggi perché non necessitano di essere sistemati (se siete curiosi, su Instagram ogni tanto vi mostro il mio armadietto e cosa contiene). Come vedete, ho un cassetto in plastica dove all'interno tengo ciò che non uso tutti i giorni, come le maschere per il viso, le strisce per la ceretta, oppure alcune cose di uso quotidiano che mi preme meno avere a portata di vista, come la crema per i piedi o per le mani. Nel cesto sulla destra, invece, c'è un caos: teoricamente dovrebbe contenere i prodotti per il viso di uso quotidiano, come la crema e il contorno occhi, ma praticamente ci sono in mezzo mille altre cose. Sulla cassettiera ci sono alcuni prodotti nuovi che dovrei spostare tra le scorte e un paio di prodotti aperti che non uso sempre, come la crema corpo Danatura (in stand by per il momento, perché vorrei finire quella Biolis) e la maschera all'argilla di L'Oréal, che alterno ad altre maschere per il viso. 


Questo è l'interno della cassettiera: vorrei distribuire le cose in modo più funzionale, e anche qui ci sono dei prodotti nuovi e ancora chiusi, che dovrei mettere altrove. Lo shampoo e il balsamo de I cosmetici di Phedea, recente acquisto, li ho già provati una volta per curiosità, ma per ora li metto da parte perché vorrei terminare i due shampoo Ph bio che ho in uso. 


Dopo aver disposto tutto sul letto, per avere una visione generale del macello che devo sistemare, procedo a selezionare intanto tutto ciò che voglio mettere tra le scorte, perché nuovo o perché per il momento devo terminare altro prima di utilizzarlo. Poi seleziono i prodotti che voglio inserire nel cesto che disporrò a vista sulla mia mensola, in particolare quelli per l'idratazione del viso, la spazzola per i capelli, i burrocacao, l'unica crema corpo che sto cercando di smaltire, la pasta all'ossido di zinco che uso quotidianamente sotto al seno, la colonia Chicco, il tonico di Omnia botanica. Questo è il risultato finale. 


I restanti prodotti li divido nei due cesti posti all'interno della cassettiera: non ho seguito un ordine specifico, perché lo spazio a mia disposizione non me lo consentiva. Ho semplicemente diviso da una parte le maschere per il viso, la crema e i deodoranti per i piedi e l'altra crema corpo aperta che ho al momento; nell'altro cesto ci sono i gel rinfrescanti per le gambe che riprenderò a usare tra qualche mese, un altro paio di creme e le strisce depilatorie. Non mi interessa che questa sezione sia dettagliatamente suddivisa, perché so bene cosa contiene in generale. 


Vi mostro il risultato complessivo di questo riordino: sono abbastanza soddisfatta.

Questa è la scatole delle scorte dove tengo le cose nuove e sigillate oppure quelle aperte che per ora non sto usando.

E questa è la mensola dove ho sistemato tutto. Solo vederla è rilassante, vero? :)

Spero di avervi incentivato almeno un po' ad organizzare i vostri cosmetici. E' un argomento che mi piace molto guardare e di cui adoro parlare. Se avete suggerimenti, non esitate a dirmeli con un piccolo commento, sempre gradito. Credo che scriverò anche la parte dedicata al make up, appena ho il tempo di dedicarmici. 

4 commenti:

  1. L'ordine è necessario, anche solo per praticità e per vedere a colpo d'occhio ciò che si ha e non va riacquistato.
    Io non sono bravissima in questo ma di sicuro preferisco avere meno roba, ma davvero utile, piuttosto che tanti flaconi inutili a prendere posto. E poi detesto gli sprechi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. Poi quando si è soli ad utilizzare le cose, come nel mio caso, ci si mette decisamente di più a finirle, per cui avere mille flaconi diventerebbe davvero uno spreco!

      Elimina
  2. Hai dato una buona organizzazione :)
    Io me la cavo abbastanza con l'organizzazione. In bagno ho i prodotti da bagno appunto: docciaschiuma, shampoo, ecc e li tengo in una sorta di porta cosmetici che presi da Tiger. È una sorta di cestino in cerata impermeabile con varie tasche. In più ho un divisore per cassetti che è una piccola scatolina dove tengo tutte le cose che tendenzialmente sono asciutte: deodorante, crema corpo ecc.
    In camera ho un'altra di queste scatoline organizza cassetti con creme e prodotti viso. In un altro organizzatore per cosmetici (di quelli con cassettini e divisori) in plastica tengo i prodotti che uso appunto periodicamente o in procinto di essere messi in uso :D
    Mentre per quanto riguarda i cosmetici nuovi li tengo in un angolo dell'armadio in modo da stare al riparo da luce e calore. Idem le maschere viso da aprire.
    Ho una sorta di inventario dei cosmetici nuovi, non tanto per ciò che prendo, quanto per ciò che aggiungo! Delle maschere invece ho un elenco un po' più preciso anche per quanto riguarda i post sul blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io tengo le cose nuove e ancora chiuse nell'armadio e anch'io ho una sorta di inventario delle cose che acquisto. In realtà ne ho uno su tutto quello che possiedo, così ogni volta che termino qualcosa vado a cancellarla dall'elenco e allo stesso tempo so quante cose ho di una stessa tipologia o se un prodotto l'ho già acquistato tempo addietro. Spesso mi vengono dubbi, soprattutto su prodotti che ho provato anni e anni fa, non ricordo sempre se ci ho già avuto a che fare. Secondo me la "migliore" organizzazione è tenere, per quanto possibile, le cose nel posto in cui le usiamo..Sinceramente se avessi un bagno tutto per me, terrei quasi tutto lì perché sarebbe più pratico, ma per ora li divido tra il bagno e la mia camera.

      Elimina