marzo 14, 2018

, ,

[Pensavo fosse amore...invece era una sola] #8 - Ph Bio shampoo al timo per capelli grassi e con forfora / shampoo al miglio e avena per lavaggi frequenti

Buon pomeriggio! Sono estremamente in ritardo nello scrivere il post di oggi, ma non ho avuto tempo nei giorni scorsi di anticiparmi il lavoro. Voglio parlarvi dei due shampoo Ph Bio che ho acquistato qualche tempo fa da Lidl, dopo mesi che speravo di trovare questa linea di prodotti per poterla provare. Nonostante puntassi più al balsamo, mi piace cambiare shampoo e alternare sempre cose nuove e ciò mi ha spinta all'acquisto: ho preso sia la versione al timo per capelli grassi e con forfora, sia la versione per lavaggi frequenti al miglio e avena


Ve ne parlo insieme perché li ho trovati estremamente simili, a partire dalla cosa più ovvia alla vista, ossia il packaging. Esso è abbastanza essenziale: flacone cilindrico in plastica rigida trasparente, tappo nero in plastica con la doppia formula "apri e chiudi" e la possibilità di svitarlo completamente. Un'etichetta poco colorata riporta le informazioni essenziali e tratteggia l'ingrediente principale che troviamo nella formulazione del prodotto. 

Informazioni generali

Anche nella descrizione del prodotto l'azienda non brilla per creatività: entrambi gli shampoo sono formulati con basi delicate e arricchite dal timo per la versione dedicata ai capelli grassi e da miglio e avena per la versione per lavaggi frequenti. Il primo ha note proprietà riequilibranti, gli altri nutrienti, protettive, calmanti. 

Entrambi i prodotti sono biologicamente certificati Aiab, adatti ai vegani e dermatologicamente testati. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 250 ml
REPERIBILITA': Lidl
PREZZO: circa 2-3 euro ciascuno 

Ingredienti (shampoo al timo) 

AQUA, AMMONIUM LAURYL SULFATE, DISODIUM COCOAMPHODIACETATE, SODIUM COCOYL SARCOSINATE, DECYL GLUCOSIDE, MELILOTUS OFFICINALIS EXTRACT, URTICA DIOICA EXTRACT, THYMUS VULGARIS FLOWER/LEAF EXTRACT, ROSMARINUS OFFICINALIS LEAF EXTRACT, GLYCERIN BENZYL ALCOHOL, PARFUM, SODIUM BENZOATE, POTASSIUM SORBATE, COCAMIDOPROPYL BETAINE, PANTHENOL, SODIUM OLIVAMPHOACETATE, SODIUM SUNFLOWERSEEDAMPHOACETATE, DICAPRYLYL ETHER, GLYCERYL OLEATE, LACTIC ACID. 


Ingredienti (shampoo al miglio e avena) 

AQUA, AMMONIUM LAURYL SULFATE, DISODIUM COCOAMPHODIACETATE, SODIUM COCOYL SARCOSINATE, DECYL GLUCOSIDE, PANICUM MILIACEUM EXTRACT, ALOE BARBADENSIS EXTRACT, AVENA SATIVA BRAN EXTRACT, CHAMOMILLA RECUTITA EXTRACT, GLYCERIN BENZYL ALCOHOL, PARFUM, SODIUM BENZOATE, POTASSIUM SORBATE, COCAMIDOPROPYL BETAINE, PANTHENOL, SODIUM OLIVAMPHOACETATE, SODIUM SUNFLOWERSEEDAMPHOACETATE, DICAPRYLYL ETHER, GLYCERYL OLEATE, LACTIC ACID. 


Entrambi i prodotti hanno, come vedete dagli ingredienti, una formulazione pressoché identica, salvi i diversi estratti contenuti all'interno. Colorazione, consistenza, profumazione non differiscono poi molto tra le due versioni: lo shampoo si presenta come un gel dalla consistenza fluida e abbastanza leggera e di colore giallino. La profumazione è molto delicata, si sente appena: nello shampoo per lavaggi frequenti si avverte di più l'odore classico dell'avena, che ho riscontrato in altri prodotti con questo estratto, mentre nello shampoo per capelli grassi non avverto una componente che predomina sulle altre. Forse ,prestando più attenzione, sento una nota dolciastra, ma nulla di evidente. 

Prima di dirvi perché entrambi i prodotti non mi hanno convinta, a tal punto da avermi delusa, è doveroso ribadire che tipo di cute ho e quali sono le mie esigenze. Ho la cute grassa, che soffre di forfora solo nei periodi del cambio stagione, e le lunghezze molto secche e bisognose di cure. Dunque ho bisogno di un prodotto che lavi bene la cute, ma che al contempo sia delicato e non aggredisca il resto dei capelli. Per me è fondamentale usare sempre il balsamo dopo lo shampoo, o una maschera o al massimo un olio prima dell'asciugatura sulle punte, altrimenti non riesco a disciplinare  e domare il crespo in modo decente. 

Purtroppo gli shampoo Ph Bio non mi stanno piacendo quanto avrei sperato, perché non hanno il potere lavante che mi sarei aspettata e che, soprattutto, mi serve avere. Utilizzandoli in maniera alternata e diluendoli, nell'immediato i capelli si lavano senza problemi: il prodotto fa molta schiuma, per cui ne basta pochissimo, si massaggia con facilità e si risciacqua allo stesso modo. Non solo, ma sul momento la cute è ben detersa e non ho mai avuto problemi di radici unticce con residui di prodotto non andato via. Al momento dell'asciugatura, i capelli sono privi di nodi e da asciutti appaiono abbastanza leggeri e morbidi. Non si tratta quindi di shampoo che aggrovigliano le lunghezze, come spesso accade con prodotti lavanti o per capelli grassi. Purtroppo però questo piacevole effetto dura per appena un giorno dal lavaggio, poi inizio ad avvertire un leggerissimo prurito sulla cute ed essa si unge alla velocità della luce: già al termine del secondo giorno, i capelli sembrano sporchi come se ne fossero passati 4-5. Onestamente mi sarei aspettata un effetto di questo tipo, al massimo, dallo shampoo per lavaggi frequenti, dato che in passato ho avuto esperienze simili con prodotti indicati per questo scopo, ma da un prodotto per capelli grassi e con forfora non avrei mai immaginato di ritrovarmi con la cute ancor più sporca e ingrassata!

Alla luce di quel che ho detto, non posso che sconsigliare entrambi i prodotti a chi soffre di cute grassa e con forfora. Tra l'altro non mi spiego l'utilità di due shampoo che, non solo non sono efficaci per i "problemi" per i quali invece sono indicati dall'azienda, ma che sono sostanzialmente un duplicato l'uno dell'altro. Se dovessi proprio trovarne un uso "adeguato" al mio caso, vi direi che sarebbero perfetti per il periodo estivo, oppure per chi pratica nuoto o palestra e ha bisogno di lavare i capelli ogni giorno o a giorni alterni. Dopo aver utilizzato lo shampoo Biokap per capelli grassi, non posso che rimpiangerlo ed essere desiderosa di riaverlo con me quanto prima. 



4 commenti:

  1. Cavolo, mi spiace :(
    Pure io detesto cannare lo shampoo. In questi casi smaltisco come pulitore per pennelli da trucco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo li utilizzerò comunque come shampoo, anche perché al momento non ne ho altri in casa.

      Elimina
  2. Anche io ho cute grassa e lunghezze secche quindi potrei avere lo stesso problema

    RispondiElimina