aprile 24, 2017

,

Recensione - Biolis nature crema corpo al tè verde

Chi soffre di pelle secca sa quanto sia fastidiosa la sensazione di pelle che tira e quanto siano anti estetiche le piccole squame che vi si formano sopra. Chi soffre di pelle secca diventa ben presto crema - dipendente ed è sempre alla ricerca di quella che assicuri un'idratazione ottimale e soprattutto duratura. La crema corpo di Biolis nature non ha soddisfatto appieno le mie esigenze e se avrete un attimo di pazienza vi spiegherò perché.


Il packaging è tra quelli che preferisco in assoluto per questa tipologia di prodotto: un tubo in plastica morbida con tappo apri e chiudi. Le creme in barattolo sono sicuramente più eleganti e belle da esporre, ma poco pratiche ed igieniche.

Informazioni generali

L'azienda decanta un'azione tonificante ed idratante collegandola alla presenza del tè verde, nonché sottolinea la possibilità di utilizzare il prodotto su qualunque tipologia di pelle. Il prodotto non è certificato, ma ha una buona formulazione, priva di derivati animali e ingredienti dannosi come parabeni, paraffina, siliconi, ecc...

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 250 ml
REPERIBILITA': Acqua e Sapone, Tigotà
PREZZO: circa 4 euro

Ingredienti dal sito Saicosatispalmi

Immagine AQUA (solvente)
Immagine ETHYLHEXYL STEARATE (emolliente)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine VITIS VINIFERA SEED OIL (emolliente / condizionante cutaneo)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante)
Immagine BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (condizionante cutaneo / additivo reologico)
Immagine PENTAERYTHRITYL DISTEARATE (emulsionante)
Immagine CAMELLIA SINENSIS LEAF EXTRACT (vegetale)
Immagine DISODIUM OCTADECYL SULFOSUCCINATE
Immagine DISODIUM CETYL SULFOSUCCINATE (detergente / sostenitore di schiuma / idrotropo / tensioattivo)
Immagine ETHYLHEXYLGLYCERIN (conservante, battericida)
Immagine XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
Immagine MAGNESIUM ALUMINUM SILICATE (assorbente / opacizzante / viscosizzante)
Immagine TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante)
Immagine CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
Immagine PARFUM
Immagine PHENOXYETHANOL (conservante)
Immagine SODIUM BENZOATE (preservante)
Immagine BENZYL ALCOHOL (allergene del profumo / conservante / solvente)
Immagine CITRONELLOL (additivo)
or Immagine CITRONELLOL (allergene del profumo)
Immagine LIMONENE (allergene del profumo)
Immagine COUMARIN (allergene del profumo)
Immagine LINALOOL (allergene del profumo)
Immagine ALPHA-ISOMETHYL IONONE (allergene del profumo)

La crema corpo al tè verde di Biolis nature ha una consistenza abbastanza fluida: è una di quelle classiche creme che va dosata con attenzione, perché altrimenti lascia una tremenda scia bianca che fatica ad assorbirsi. Certo, da un'altra prospettiva questo può servire a fare un bel massaggio, ma nel mio caso è più snervante che altro. Spesso vado di fretta e ancor più spesso la pigrizia ha il sopravvento, per cui se dovessi stare minuti interminabili a massaggiare, mollerei prima di cominciare. Come ormai saprete a memoria, non amo le profumazioni erbacee e questa in qualche modo le richiama, almeno a primo impatto: una volta assorbita sulla pelle, rilascia un leggerissimo odore quasi mentolato che tutto sommato si può tollerare.

Ma veniamo alla cosa più importante: è valida? Appena stesa, la pelle risulta morbida e setosa al tatto, ma purtroppo è una sensazione che dura poco. Così come con tante altre creme, anche questa non mi dà un'idratazione prolungata, anzi, la pelle sembra letteralmente berla e dopo poche ore appare secca sia alla vista, che al tatto. Non dico che sia inutile, perché una minima azione idratante la svolge, ma davvero insufficiente per quel che mi riguarda. Ho in casa anche la versione alle mandorle dolci, che non vedo l'ora di provare anche sui capelli a mo' di balsamo. 
Per il resto, al momento le creme corpo biologiche che ho provato non mi hanno affatto stupita: di certo con gli oli si ottiene un miglior risultato sulla pelle secca, peccato che io non tolleri moltissimo la sensazione di unto che danno -_-'


Continue reading Recensione - Biolis nature crema corpo al tè verde

aprile 15, 2017

,

Recensione - P2 Nearly nude fondotinta n. 010 Nearly Ivory

Trovare il fondotinta perfetto per me é da sempre stata un'impresa. Ne ho provati molti, qualcuno anche bio, ma alla fine sulla mia pelle la resa maggiore, ad oggi, me la forniscono i prodotti siliconici. Ed é proprio di un fondotinta siliconico di cui vi parlo oggi, il Nearly nude del brand P2, che si può trovare in molti negozi Ovs a prezzi contenuti.
Vi chiedo scusa in anticipo se non vi farò vedere foto a viso intero, ma in questi giorni sto poco bene e si vedrebbe una faccia molto cadaverica :/ Magari appena mi riprendo posto qualcosa su Instagram.


Il packaging é molto semplice: un flacone in plastica morbida con beccuccio erogatore e tappo in plastica che si avvita su se stesso.

L'azienda non dà molte informazioni su questo prodotto: dovrebbe regalare un make up naturale, leggero, a lunga tenuta, con coprenza modulabile ed effetto anti - lucido e primer.

PAO: 12 mesi
QUANTITÀ': 30 ml
REPERIBILITÀ': Ovs
PREZZO: circa 5 euro

Ingredienti

AQUA, CYCLOPENTASILOXANE, BUTYLENE GLYCOL, METHYL METHACRYLATE CROSSPOLYMER, POLYGLYCERYL-4 ISOSTEARATE, C11-12 ISOPARAFFIN, OCTYLDODECANOL, CETYL PEG/PPG-10/1 DIMETHICONE, ALUMINUM STARCH OCTENYLSUCCINATE, SORBITAN ISOSTEARATE, HEXYLENE GLYCOL, ORYZA SATIVA POWDER, MAGNESIUM SULFATE, ZINC OXIDE (NANO), PHENOXYETHANOL, DIMETHICONE, PANTHENOL, SYNTHETIC BEESWAX, TRIMETHYLSILOXYSILICATE, DISTEARDIMONIUM HECTORITE, ETHYLHEXYLGLYCERIN, BEHENYL BEESWAX, STEARYL BEESWAX, FRUCTOSE, GLUCOSE, DIMETHICONOL, ECHIUM PLANTAGINEUM SEED OIL, BENZOIC ACID, DEHYDROACETIC ACID, TALC, HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL UNSAPONIFIABLES, ALCOHOL DENAT., TRIETHOXYCAPRYLYLSILANE, DEXTRIN, SUCROSE, UREA, CARDIOSPERMUM HALICACABUM FLOWER/LEAF/VINE EXTRACT, TOCOPHEROL, ALANINE, ASPARTIC ACID, GLUTAMIC ACID, CI 77891, CI 77492, CI 77491, CI 77499

Il fondotinta Nearly nude di P2 ha una consistenza abbastanza liquida, ma non eccessivamente: va erogato con attenzione, si stende facilmente e si asciuga in un paio di minuti, dando comunque il tempo di lavorarlo come più ci piace. Personalmente trovo che il metodo migliore per applicarlo sia un pennello a setole fitte e sezione piatta. Ho provato ad usare una simil beauty blender, un pennello a lingua di gatto e le semplici dita, ma nessuno di questi strumenti mi ha soddisfatta come il primo: il pennello a sezione piatta mi garantisce una maggiore coprenza ed una maggiore rapidità di stesura, senza lasciare striature. Invece, il pennello a lingua di gatto mi lascia delle strisce disomogenee di prodotto, la spugnetta ne assorbe troppo e devo stratificare per ottenere una buona coprenza, infine le dita non mi assicurano il risultato che voglio.
La tonalità numero 010 é la più chiara della gamma e l'ho scelta perché in genere i brand che ho provato non offrono colorazioni sufficientemente chiare per la mia pelle e così mi butto sempre su quella più chiara che propongono. In questo caso, devo dire, la colorazione che ho acquistato è abbastanza azzeccata per me, forse giusto mezzo tono più scura per la mia pelle, ma riesco ad usarla con facilità.


Il Nearly nude di P2 non ha la glicerina tra i primi posti dell'inci  ed é un ulteriore ragione per cui l'ho scelto fra tutti quelli che il brand propone (anche se non vi nascondo che gli altri fondotinta mi incuriosiscono altrettanto). Non sono ancora certa al 100% che questo ingrediente sia il solo responsabile di alcuni sfoghi acneici che ogni tanto ho sul viso, ma nel dubbio e quando é possibile, preferisco evitarlo. In effetti non ho avuto ad oggi alcun problema di questo tipo, anche utilizzando il prodotto ogni giorno e tenendolo su per più ore.


Il fondotinta di cui vi parlo ha una coprenza media, non è eccellente, ma non é neppure inesistente. Mi riesce a coprire abbastanza bene brufoli e macchie, anche se raggiungo una coprenza maggiore applicandovi sopra il correttore liquido di Wet n wild. Sul viso non crea pastoni, non crea uno strato così spesso da avvertirsi al tatto e alla vista, per questo risulta effettivamente abbastanza naturale. Allo stesso tempo però, non ha una resa opaca ed asciutta, anzi sul mio viso, dopo un po', tira fuori un po' di lucidità, soprattutto nella zona T e in particolar modo in questo periodo più caldo. Usando una buona cipria opacizzante si riesce comunque a tenere a bada. Nulla da dire invece sulla durata: a me dura tranquillamente tutto il giorno senza spostarsi di una virgola: l'unico inconveniente, come vi dicevo, é che dopo qualche ora comincio ad avvertire il viso come sporco e sento l'esigenza di togliere tutto.

Non é un prodotto che consiglierei ad una pelle grassa come la mia, perché credo che occorra una consistenza più asciutta ed una maggiore capacità anti-lucido che questo prodotto, per quel che mi riguarda, non ha. Penso invece che potrebbe andar bene per una pelle normale o secca: nel periodo in cui ho avuto qualche screpolatura sul viso, questo fondotinta non me l'ha evidenziata. L'unica nota davvero negativa ed anche parecchio fastidiosa che gli attribuisco é che macchia qualunque tessuto vi entri a contatto: non sapete quante volte ho macchiato i vestiti perché inconsapevolmente il mento sfiorava lo scollo di quello che indossavo. Insomma, bisogna prestare attenzione, per il resto lo trovo un buon prodotto, considerato il prezzo che ha e potrei di certo riacquistarlo. 



Continue reading Recensione - P2 Nearly nude fondotinta n. 010 Nearly Ivory

aprile 09, 2017

,

Recensione - I Provenzali acqua micellare biologica delicata con estratto di rosa mosqueta

Altro prodotto della linea alla rosa mosqueta de I Provenzali di cui devo assolutamente parlarvi è l'acqua micellare biologica delicata. Poteva quest'azienda proporre un'acqua micellare senza che io la provassi?! Sapete che è una tipologia di cosmetico che mi piace tantissimo, perché semplifica estremamente il momento dello struccaggio, senza per questo renderlo meno curato.


I colori che l'azienda ha scelto per questa linea mi piacciono moltissimo: il verde acqua, il bianco e il rosa creano un mix delicato, ma allo stesso tempo piacevole da guardare. L'acqua micellare ha un bel flacone in plastica rigida e semi - trasparente dalla forma bombata, ma al contempo schiacciata. L'erogatore con beccuccio è praticissimo ed ha una chiusura di sicurezza per impedire la fuoriuscita del prodotto quando magari lo portiamo in giro con noi. 

Informazioni generali 

Strucca delicatamente viso, occhi e labbra, grazie alla sua innovativa struttura micellare di origine totalmente vegetale. La sua formula è stata arricchita con una sinergia di rose nobili: acqua distillata di rosa damascena, dalle note virtù addolcenti e lenitive; estratto di rosa mosqueta con proprietà rivitalizzanti e rigeneranti. 

E' indicato per pelli normali e miste. Senza alcool, senza profumo.La confezione è riciclabile. 

PAO: 9 mesi
QUANTITA': 200 ml
REPERIBILITA': supermercati più forniti, Ovs
PREZZO: circa 5 euro

Ingredienti



Come tutti i prodotti di questa linea che ho provato fin ora, anche l'acqua micellare ha una delicata profumazione di rosa che personalmente mi piace molto. La trovo indicata per il momento della pulizia del viso, perché richiama proprio quelle coccole che ogni giorno è bene dedicare alla propria pelle. La consistenza, neanche a dirvelo, è quella leggerissima di un'acqua che è bene dosare con accortezza, proprio perché altrimenti si rischia di erogarne troppa: in questo, l'erogatore in dotazione viene in aiuto. 

Personalmente la erogo direttamente sul dischetto di cotone: ne preparo due per gli occhi ed uno più grande per il viso e le labbra. Inizialmente, durante le prime applicazioni sugli occhi, ero solita sfregare un po, soprattutto per rimuovere il mascara. Mi è capitato un paio di volte di provare un lieve bruciore sulla palpebra mobile e mi ero convinta che quest'acqua micellare fosse troppo per questa zona così delicata. In realtà da allora non mi è più successo, il che mi ha fatto pensare che forse in quei giorni i miei occhi erano particolarmente sensibili o forse avevo sbagliato nelle modalità di utilizzo. Adesso faccio così: dopo aver imbevuto il dischetto, lo applico sulla palpebra e premo leggermente, senza sfregare, facendo aderire bene il tessuto alla pelle. Dopo pochi secondi lo rimuovo e l'80 % del trucco è perfettamente andato via. Ciò che fa più resistenza è sicuramente il mascara, infatti devo ripassare più volte per rimuoverlo, ma dipende anche dal fatto che ultimamente ne sto applicando in quantità maggiore. 

Sul viso e sulle labbra è altrettanto efficace, infatti in pochi e rapidi gesti la maggior parte del trucco è totalmente asportata. Una cosa importante da sottolineare è che io risciacquo sempre il viso con un detergente, altrimenti non ho la sensazione che la pelle sia davvero pulita. 

Se cercate un'acqua micellare di facile reperibilità ed efficace, non posso che consigliarvi questa. Oltre a rimuovere velocemente e bene il make up, non lascia la pelle appiccicosa, non forma alcuna fastidiosa schiumetta, non mi ha causato irritazioni, se non quel piccolo inconveniente iniziale che vi ho raccontato. Per quanto mi riguarda ha davvero velocizzato e reso più piacevole il momento dello struccaggio, per cui non posso che promuoverla senza dubbi. Non la riacquisterò nell'immediato, solo perché ci sono altre micellari che mi incuriosisce provare, ma sicuramente ne terrò conto per il futuro. 

Continue reading Recensione - I Provenzali acqua micellare biologica delicata con estratto di rosa mosqueta

marzo 31, 2017

Prodotti finiti [Marzo 2017]

Altro mese passato, altro gruzzoletto di prodotti terminati. Marzo ed Aprile sono in genere i mesi del "dolce dormire": bene, io sto perfettamente attuando questa regola nello smaltimento. Tra la stanchezza generale perché sono sempre fuori casa, non ho proprio voglia di imbellettarmi ultimamente :D

Viso


BioCore acqua micellare: mi è piaciuta molto per struccare il viso, perché rimuoveva perfettamente il trucco, molto meno per gli occhi, perché mi bruciava le palpebre in modo consistente. Semmai dovessi acquistarla nuovamente, la utilizzerò quindi esclusivamente per il viso. L'acqua micellare è un prodotto che mi piace avere sempre a portata di mano, quindi se non dovessi trovare di meglio, dato che è un prodotto low cost e di facile reperibilità, riprenderò di certo questa. 

Cien strisce depilatorie viso: da anni ormai faccio da sola la ceretta ai baffetti ed utilizzo le strisce pronte acquistate al supermercato. Dopo aver usato per diverso tempo quelle della Fior di Magnolia, ho deciso di provare queste qui della Cien e devo dire che le trovo leggermente superiori quanto ad efficacia. Rimuovono la maggior parte dei peli e sono abbastanza delicate, però il giorno dopo la ceretta ho il problema dei fastidiosi brufoletti bianchi. In ogni caso penso che le strisce Veet siano di qualità superiore, perché riescono a rimuovere anche i peletti più piccoli e fanno dunque un lavoro più preciso. Dato che però il costo è nettamente differente, credo di continuare ad acquistare queste o quelle dell'Eurospin, magari alternandole. 

I Provenzali bio latte detergente linea rosa mosqueta: vi ho scritto una recensione approfondita su questo prodotto, quindi non mi dilungo. Mi è piaciuto perché delicato e più performante rispetto ad altri. Nonostante questo, ormai il latte detergente non mi fa impazzire come tipologia di prodotto e quindi non lo riacquisterò. 

Corpo


Tesori d'Oriente profumo aromatico al muschio bianco: amo la profumazione del muschio bianco, ma purtroppo questa non mi ha fatto impazzire, per cui l'ho utilizzata prevalentemente sulle lenzuola del letto. Il vantaggio dei profumi Tesori d'Oriente è comunque quello di avere un'ottima persistenza, per cui di certo riacquisterò volentieri altre profumazioni. 

Dove Go fresh deodorante: ho adorato questa profumazione leggermente fruttata, benché ad oggi non abbia trovato altre varianti rispetto alla Original che mi diano la stessa tenuta e morbidezza sulla pelle. Non credo di riacquistarla per queste ragioni. 

Benetton profumino anonimo :D : non ricordo assolutamente quali fossero le note di questo profumo, dato che ho gettato via la confezione. Era comunque un prodotto dalla profumazione floreale, ma al contempo con una nota decisa e simile a quella dei profumi maschili. Ho altri due profumi di questo brand e tutti hanno una resa eccellente sulla mia pelle, come fossero prodotti di alta profumeria. La mia versione preferita è quella rossa, con delle note di rosa, che sto adorando e centellinando, perché non la trovo più in giro.

Lactacyd salviette intime con antibatterico: piccole e comodissime da portare in giro, nella mia borsa non mancano mai. Queste hanno una profumazione delicata e buonissima, non mi hanno causato alcun fastidio e le ricomprerei molto volentieri, dato che ne faccio largo uso. 

P2 perfect nail hardener: nonostante ne rimanga ancora il fondo, è diventato talmente colloso da non poter essere più utilizzato. Come base non mi è dispiaciuta, nel senso che non mi ha mai fatto macchiare le unghie e si asciugava in un attimo. Su di me non è stata per niente indurente ed è per questo motivo che non la riacquisterò.

Clendy salviette multiuso: altra cosa che non manca mai nella mia borsa, le salviette multiuso. Queste mi sono piaciute perché ben sigillate, ben imbevute dalla prima all'ultima e delicatamente profumate. 

Malizia salviette baby detergenti delicate: e per non farci mancare nulla, ancora salviette. Queste le tenevo in casa per pulirmi all'occorrenza, ma mi sono piaciute meno delle altre. Intanto l'apertura non a scatto ha fatto sì che si seccassero anzi tempo, inoltre non mi hanno mai dato l'idea di una grande azione pulente. Non le riacquisterò, preferisco provare altro. 

Capelli

BioPhytorelax shampoo alla camomilla: unico prodotto per capelli che ho finito è lo shampoo protagonista di una delle ultime recensioni. Mi è piaciuto abbastanza come shampoo da utilizzo frequente e da alternare a qualcosa di specifico per la mia cute grassa. Delicato e ben pulente sulla cute, non mi è piaciuta la profumazione tipicamente erbacea, né il fatto che mi aggrovigliasse terribilmente le lunghezze, rendendo necessario il balsamo. Non so se lo riacquisterò, almeno non nell'immediato. 

Continue reading Prodotti finiti [Marzo 2017]

marzo 25, 2017

,

Recensione - Naturaline crema viso giorno idratante al riso e cotone

Finalmente il week end è arrivato e posso ritagliarmi uno spazio per scrivere sul blog. Sono particolarmente entusiasta del prodotto di cui oggi vi parlo, perché mi sta piacendo molto ed è stata una vera scoperta. Naturaline è un brand lanciato in alcuni supermercati Conad, del quale ho già parlato qui, più in termini negativi in realtà, infatti la maggior parte delle cose che ho provato, non l'ho trovata qualitativamente azzeccata. La crema viso al riso e cotone, indicata per pelli miste e grasse, è l'eccezione a tutto questo. 


Si presenta in un comodissimo tubetto in plastica morbida con tappo apri e chiudi, anch'esso in plastica. Non sono ancora arrivata al punto di dover tagliare la confezione, ma sicuramente non sarà difficile farlo, data la sua praticità. Il prodotto è poi contenuto in una confezione di cartone, dove sono riportate in dettaglio tutte le sue informazioni. 

Informazioni generali

Ha una formula leggera, studiata per pelli miste e grasse, che dona alla pelle idratazione ed elasticità. Non contiene sostanza coloranti e profumanti sintetiche, né componenti a base di oli minerali. Entrambe le confezioni sono riciclabili. Il prodotto è certificato Ecocert.

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 50 ml
REPERIBILITA': supermercati Conad
PREZZO: circa 7 euro

Ingredienti dal sito Saicosatispalmi

Immagine AQUA (solvente)
Immagine GLYCERIN** (denaturante / umettante / solvente)
Immagine HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL* (emolliente / vegetale)
Immagine PROPANEDIOL (Solvente, impiego di OGM)
Immagine COCO-CAPRYLATE/CAPRATE (emolliente)
Immagine GLYCERYL STEARATE CITRATE (emolliente / emulsionante)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante)
Immagine MYRISTYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
Immagine OCTYLDODECANOL (emolliente / solvente)
Immagine ALCOHOL** (solvente)
Immagine HYDROGENATED COCO-GLYCERIDES (emolliente)
Immagine BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER* (condizionante cutaneo / additivo reologico)
Immagine SUCROSE STEARATE (emulsionante)
Immagine CAPRYLYL CAPRYLATE/CAPRATE (emolliente / condizionante cutaneo)
Immagine CAMELLIA SINENSIS LEAF EXTRACT* (vegetale)
Immagine FICUS CARICA FRUIT EXTRACT* (umettante)
Immagine SODIUM HYALURONATE (animal) (additivo biologico)
or Immagine SODIUM HYALURONATE (biotecnologico) (Humectant, skin conditioning)
Immagine TOCOPHEROL (antiossidante)
Immagine AMORPHOPHALLUS KONJAC ROOT POWDER (abrasivo)
Immagine SODIUM STEAROYL GLUTAMATE (emulsionante / detergente / condizionante capelli / condizionante cutaneo)
Immagine LAUROYL LYSINE (viscosizzante)
Immagine SODIUM HYDROXIDE (agente tampone / denaturante)
Immagine SODIUM BENZOATE (preservante)
Immagine PARFUM
Immagine LIMONENE*** (Allergene del profumo)
Immagine LINALOOL*** (Allergene del profumo)
Immagine EUGENOL*** (Allergene del profumo)

Chi mi legge da tempo sa che con le creme viso ho sempre avuto difficoltà, sia quando utilizzavo prodotti farmaceutici o commerciali con ingredienti comuni, sia nel momento in cui ho iniziato a sperimentare i prodotti biologici. La difficoltà nasceva principalmente dal fatto che mi ritrovavo nove volte su dieci delle formulazioni troppo pesanti, seppur pensate in teoria per pelli grasse. La pelle del viso trasudava e risputava tutto fuori dopo pochi minuti e questo naturalmente mi portava ad abbandonare ben presto quello che stavo utilizzando. Non solo, ma anche la fuoriuscita di imperfezioni è stata spesso causa della mia poca costanza nell'uso della crema viso, credendo che ci fosse qualche ingrediente colpevole di tutto questo. 


Con la crema viso al riso e cotone di Naturaline ho risolto quasi del tutto i miei problemi. Innanzitutto ha una profumazione a metà tra il floreale ed il pulito, che è piacevole da utilizzare, perché non invasiva. La consistenza, a prima vista, è effettivamente leggera, anche se è un prodotto che, una volta steso, fa la classica scia bianca e quindi va massaggiato qualche minuto per essere assorbito completamente. Il segreto è usarne una piccolissima quantità: bastano infatti pochi gesti e la crema si assorbe del tutto, lasciando la pelle morbida e setosa al tatto. 

Il mio viso ha gradito particolarmente l'applicazione di questo prodotto durante i mesi invernali, perché mi ha garantito la sufficiente idratazione, senza però risultare eccessiva e causarmi l'odioso effetto rebound di cui ho sofferto in passato. Altra cosa da non sottovalutare per quanto mi riguarda è che, nonostante la presenza della glicerina ai primi posti dell'inci, questa crema non mi ha causato alcuna fuoriuscita di imperfezioni. Le colpe che ho attribuito per mesi a questo ingrediente, quindi, sono rimesse in discussione. Magari a causarmi problemi è stato qualche altro elemento, o la combinazione di ingredienti: mistero! 

Per il mio tipo di pelle, che in inverno diventa mista con alcune zone più secche, questa crema va più che bene per i mesi freddi, ma sicuramente non potrei utilizzarla in quelli caldi, perché diventerebbe troppo ricca. Infatti, fino ad oggi l'ho usata sia al mattino che alla sera, mentre da ora in poi la sposterò alla sera fino a terminarla, invece al mattino utilizzerò una formulazione in gel, di più rapido assorbimento e meno idratante. Se avete una pelle simile alla mia, è un prodotto che vi consiglio fortemente. L'unica cosa ancora da perfezionare, per quanto mi riguarda, è l'effetto opacizzante: il mio sebo è sicuramente tenuto maggiormente a bada rispetto ad altri prodotti, ma allo stesso tempo mi lucido dopo poche ore dall'applicazione. 

Concludendo, come avrete capito mi sono innamorata di questo prodotto e potrei di certo tenerlo in considerazione per l'inverno prossimo, se ancora si troverà. Mi piace soprattutto la resa sulla mia pelle in termini di morbidezza e aspetto complessivamente sano. Finalmente una crema dalla giusta idratazione, che non è pesante, ma al contempo fornisce alla pelle grassa quello che le serve per mantenersi decente, soprattutto durante i periodi freddi. 
Continue reading Recensione - Naturaline crema viso giorno idratante al riso e cotone