giugno 22, 2017

,

Recensione - Fior di Magnolia acqua micellare bio

Di solito non sono molto rapida nelle recensioni, perché preferisco prendermi del tempo per capire se un prodotto mi piace oppure no, nonostante mi sia accorta di aver acquistato l'acqua micellare Fior di Magnolia più di un mese fa, un tempo ragionevole per potervene parlare. A maggior ragione se, purtroppo, fin dai primi utilizzi ho trovato questo prodotto non adatto a me e ve l'avevo già accennato come prima impressione proprio nel post sugli acquisti.


Fior di Magnolia ha lanciato qualche mese fa dei prodotti certificati ICEA, anche se non ho ben capito come li abbia distribuiti: ho ben 4 Eurospin relativamente vicini e in alcuni non ho proprio trovato questa linea, in altri ho trovato 1 o al massimo 2 prodotti. Il packaging dell'acqua micellare mi piace, perché è un flacone in plastica rigida e trasparente con un foro erogatore classico ed un tappo in plastica verde che si avvita. 

L'azienda indica tre differenti azioni: struccante, detergente, idratante e non consiglia il risciacquo (che io però faccio sempre!). Non ci sono altre particolari indicazioni. 

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
REPERIBILITA': supermercati Eurospin
PREZZO: 2,99 euro

Ingredienti

AQUA(solvente)
GLYCERIN(denaturante / umettante / solvente)
DECYL GLUCOSIDE(tensioattivo)
SODIUM CITRATE(agente tampone / sequestrante)
PHENETHYL ALCOHOL(deodorante)
ROSA DAMASCENA FLOWER EXTRACT - Non trovato -indica equivalente
ALOE BARBADENSIS LEAF JUCE - Non trovato -indica equivalente
DISODIUM COCOAMPHODIACETATE(tensioattivo)
MARIS SAL(additivo biologico)
PANTHENOL(antistatico)
CITRIC ACID(agente tampone / sequestrante)
MAGNOLIA GRANDIFLORA EXTRACT - Non trovato -indica equivalente
MELISSA OFFICINALIS LEAF EXTRACT - Non trovato -indica equivalente
SODIUM CHLORIDE(viscosizzante)
PHENOXYETHANOL(conservante)
SODIUM BENZOATE(preservante)
POTASSIUM SORBATE(conservante)
ETHYLHEXYLGLYCERIN - Non trovato -indica equivalente

L'acqua micellare bio Fior di Magnolia ha una profumazione floreale molto delicata e appena accennata, che personalmente non mi ha infastidita. Quello che fin dalla prima applicazione ho notato è che, come altre micellari in commercio, tende a creare una schiuma che, dopo l'uso, lascia in viso leggermente appiccicoso. Questo potrebbe creare disturbo soprattutto a chi non risciacqua la micellare, ma io lo faccio sempre, a prescindere dalla formulazione, perché altrimenti non sento il viso davvero pulito e mi infastidisce. Ho usato altre micellari che presentavano questo inconveniente, ma risciacquandole non mi è mai importato più di tanto. Quello che davvero mi porta a sconsigliarvi il prodotto è che lo trovo poco delicato: la prima volta che l'ho usato mi ha causato bruciore agli occhi, più precisamente alla palpebra mobile, con conseguente arrossamento. Una volta mi è capitato anche sul viso, ma per correttezza vi dico che è successo solo in un'occasione, mentre sugli occhi il problema mi si è ripresentato ad ogni utilizzo successivo. Inizialmente pensavo dipendesse dalla mia sensibilità, ma poi mi sono convinta che ci sia qualche ingrediente che non tollero. 

E' un peccato, perché ha un potere struccante veramente buono, soprattutto sul viso. L'unica cosa che fatica a togliere è il mascara. Dopo questi ripetuti spiacevoli episodi, sto continuando ad utilizzarla solo sul viso ed ho scoperto che è un ottimo prodotto per ..........pulire le borse! :D Avete presente le borse che stingono a contatto con capi scuri e che personalmente mi fanno innervosire? Ho provato a passarvi un panno imbevuto di questa micellare e le ha ripulite perfettamente. Quindi: se non avete ancora acquistato questo prodotto, vi sconsiglio di farlo; ma se lo avete in casa e avete il mio stesso problema, provate questo utilizzo alternativo!

Continue reading Recensione - Fior di Magnolia acqua micellare bio

giugno 19, 2017

, ,

Recensione - Vivi Verde Coop crema viso gel idratante protettiva

Buongiorno e buon Lunedì ^_^
Oggi vi racconto di come mi sto trovando con la crema viso che sto utilizzando al mattino: la crema gel idratante protettiva di Vivi Verde Coop l'ho acquistata davvero tanto tempo fa e per molti mesi è rimasta chiusa in un cassetto in attesa che io smaltissi ciò che avevo già aperto. Un paio di mesi fa, con l'arrivo del primo caldo, è giunto il momento di cambiare la crema che stavo utilizzando mattino e sera, quella di Naturaline per pelli miste e questa della Coop mi è sembrata appropriata per i mesi primaverili - estivi. 


Trovo che il flacone nel quale è contenuta sia molto comodo, perché è piccolo e compatto ed ha una pompetta erogatrice che fino ad oggi funziona perfettamente, permettendo di non sprecare nulla ed erogare la giusta quantità di crema. E' venduta poi in una confezione di cartone che reca molte informazioni utili.

L'azienda consiglia questo prodotto per pelli normali e miste. Non ha certificazioni eco-biologiche, ma ha una buona formula con estratti di Meliloto e Amamelide, senza siliconi, parabeni, oli minerali, coloranti, peg, polimeri sintetici. 

Ingredienti


PAO: 6 mesi
QUANTITA': 50 ml
REPERIBILITA': supermercati Coop
PREZZO: circa 5-6 euro

Vi dico subito, senza giri di parole, che questa crema mi sta piacendo molto e la trovo perfetta per il mio tipo di pelle e per la stagione attuale. E' un vero e proprio gel trasparente, dalla formulazione leggera, si stende e si assorbe in un minuto. Lascia la pelle leggermente fresca per qualche secondo, non particolarmente morbida, ed è ottima come base trucco. Non mi piace la profumazione, che è praticamente la stessa di tutti i prodotti Vivi Verde: leggermente floreale, simile al sapone. 
La uso solo al mattino, perché la sera preferisco utilizzare una crema dalla formulazione più ricca e che mi idrati di più la pelle. 


Non ho molto altro da dire, ma vi consiglio questo prodotto anche se avete una pelle grassa come la mia. Credo sia una valida opzione per il periodo estivo, perché fornisce il minimo di idratazione indispensabile, senza essere eccessiva o far lucidare. Si sa che con 40 gradi non si ha voglia di spalmarsi in faccia chissà quanta roba, anzi, si tende a lasciar respirare la pelle il più possibile e la crema gel di Vivi Verde Coop rientra in questa linea di pensiero. Personalmente non la userei al di là dei mesi estivi, perché per l'inverno risulterebbe troppo "vuota" e poco adatta ad una pelle come la mia che si secca in alcune zone e ha bisogno di maggiore nutrimento, soprattutto con l'avanzare degli anni. 


Continue reading Recensione - Vivi Verde Coop crema viso gel idratante protettiva

giugno 13, 2017

Acquisti: Mymask, Cien, Garnier, Maybelline

Durante un altro giro di shopping non molto lontano dall'ultimo che vi ho mostrato, ho portato a casa con me qualche altro prodotto interessante. Vi avviso già che gli inci di alcuni prodotti conterranno delle "schifezze", ma non mi sono mai ritenuta un'estremista del bio, né tanto meno lo diventerò da oggi. 

Uno dei prodotti che più mi incuriosiva provare, appena saputo dell'apertura di Acqua e Sapone, erano le maschera di Mymask. In un primo punto vendita non le ho trovate, ma sono stata più fortunata nel secondo, anche perché erano in offerta a 75 centesimi. Ho acquistato: la Original purificante, la Peel off, la esfoliante e l'anti-stress. Non le ho ancora provate, ma come sempre tenete sotto controllo Instagram dove vi aggiorno costantemente su tutto quello che uso nel quotidiano ;)




Appena li ho visti in pubblicità, non ho potuto fare a meno di voler provare almeno uno dei nuovi shampoo di Fructis ed in particolare il Coconut water, che secondo me grida proprio "estate"! L'ho pagato 2,40 euro. Ho poi acquistato il detergente Pure Active con carbone vegetale di Garnier, della stessa linea della maschera che vi ho mostrato l'ultima volta, pagandolo 3,99 euro. Lo sto usando da qualche giorno la sera, ma è ancora presto per dirvi se effettivamente ha un effetto astringente e purificante: posso solo dirvi che è un gel liquido che pulisce abbastanza bene la pelle, lasciandola un po' fresca e tirandola in maniera impercettibile. 



Poiché ho terminato del tutto il correttore liquido di Wet n wild che ho usato sia sulle occhiaie, sia sui brufoli, ho acquistato in sua sostituzione il famosissimo Cancella età di Maybelline nella colorazione più chiara. L'ho pagato 7,90 euro e non l'ho ancora usato, ma ho moltissime aspettative che spero non resteranno disattese, dato che sono anni che aspetto di poterlo provare!

Da Cien ero andata per ben altre ragioni, ma alcuni prodotti interessanti sono tornati a casa con me. 


Ho trovato due acque micellari segnate come novità: una versione per pelli secche e sensibili con la confezione rosa ed una che vedete in foto per pelli normali e miste. Sapete quanto ami questa tipologia di prodotto per struccarmi e non vedo l'ora di provarlo. L'ho pagata circa 2 euro. 
Ho poi acquistato il famoso olio anti cellulite della Cien nature a circa 3 euro, ma sto aspettando di terminare quello che ho in doccia prima di utilizzarlo. Infine, ho trovato come altra novità due gel anti cellulite: uno ad effetto caldo ed uno ad effetto freddo. Ho preso quest'ultimo, perché per problemi legati alla circolazione non posso usare nulla che abbia un effetto caldo. L'ho provato solo una volta per curiosità, dato che devo ancora smaltire un paio di creme corpo, e posso già dirvi che l'effetto freddo si sente eccome, dura circa una mezz'ora e dà veramente sollievo alle gambe gonfie e pesanti. Spero sarà un ottimo alleato per i mesi caldi che si preparano ad arrivare. Questo prodotto l'ho pagato sempre sui 3 euro circa. 

Inci dell'olio Cien 
Inci dell'acqua micellare Cien
Inci dell'acqua micellare Cien

Inci del gel anti cellulite Cien

Infine ho acquistato un altro prodotto della linea Tropical summer di Cien: lo scrub per il corpo con sali del mar morto ed oli nella versione pesca e ibisco. L'ho già provato un paio di volte e mi piace innanzitutto il suo profumo fruttato ed estivo, nonché il fatto che scrubba bene la pelle senza risultare aggressivo, anzi lascia la pelle morbida ed apparentemente nutrita. Dico apparentemente perché la presenza della paraffina al primo posto dell'inci lascia pensare che sia solo una sensazione, ma vedremo come si comporterà nel lungo periodo. In ogni caso è un prodotto piacevole da utilizzare nel periodo estivo. L'ho pagato circa 3 euro. 




Continue reading Acquisti: Mymask, Cien, Garnier, Maybelline

giugno 10, 2017

Hair care routine del periodo e qualche prima impressione

Ogni tanto mi piace aggiornarvi sui prodotti di uso quotidiano, anche per fare il punto della situazione e poi, tornando indietro nel tempo, vedere come si é evoluta, anche per quanto riguarda i capelli. Da quando, ormai più di 3 anni fa, ho reso la mia routine di cura dei capelli quasi totalmente biologica, questa parte del mio corpo è sicuramente quella che tendo ad attenzionare maggiormente, dedicandole sufficiente tempo durante tutta la settimana. Taglio i capelli regolarmente 2-3 volte l'anno e sono fermamente convinta che questo sia il primo strumento da sfruttare per mantenere i capelli sani. Da giusto un mesetto li ho spuntati molto, eliminando diversi centimetri pieni di doppie punte perché sì, nonostante usi raramente la piastra e cerchi di idratare e nutrire le mie lunghezze secche, i miei capelli tendono facilmente a creare doppie punte ed é una cosa che per ora riesco ad arginare abbastanza. Da qualche mese a questa parte però sto avendo problemi alla cute, la quale sta diventando pian piano molto grassa, temo per un problema generale di eccesso di peso e di grasso nell'organismo che sto combattendo da qualche settimana. Vedremo se una corretta alimentazione ed una vita più attiva apporteranno benefici in questo senso, per il resto, é giunto il momento di tacere e mostrarvi cosa sto usando attualmente.



Sul fronte degli shampoo, cerco sempre di alternarne almeno 2, di cui uno più lavante e magari indicato per capelli grassi, l'altro più delicato e adatto a lavaggi frequenti. Nell'ultimo periodo, in doccia mi ritrovo lo shampoo all'argan di Omia laboratoires e da pochissimo ho iniziato il Vitalcare Natural bio. Il primo non ha un potere lavante eccezionale, è molto delicato ma svolge sufficientemente bene la sua funzione e nel complesso mi piace per questo periodo primaverile estivo. Il secondo ha un potere lavante molto alto, addirittura più dello shampoo delicato di Vivi Verde Coop e dopo un solo lavaggio lascia i capelli istantaneamente è perfettamente puliti. L'ho usato solo una volta e per ora non mi ha dato effetti indesiderati come il fastidioso prurito. Due shampoo che a rotazione uso e tengo sempre in casa sono il sopracitato shampoo delicato di Vivi Verde Coop e il Cien anti- forfora: il primo lo tengo come jolly per avere sempre a portata di mano qualcosa di lavante ed allo stesso tempo delicato, del secondo adoro il profumo e lo uso soprattutto quando vado di fretta e non ho il tempo di applicare un balsamo, perché lascia i capelli sufficientemente morbidi e profumati.



Step per me fondamentale é il balsamo, passaggio che ho imparato ad apprezzare solo da qualche anno a questa parte, mentre prima lo usavo raramente. Anche di questa tipologia di prodotto tengo almeno due confezioni diverse in doccia, preferibilmente a vocazione idratante. Al momento ho appena terminato il balsamo all'aloe de I Provenzali bio e quindi l'ho subito sostituito aprendo quello al karitè di Equilibra: ha una profumazione divina di nocciole, districa e lascia i capelli abbastanza morbidi. Per il momento mi piace, anche se devo stare attenta a dosarlo bene, perché altrimenti tende ad appesantirmi i capelli. Giusto ieri ho provato il balsamo di Vitalcare Natural bio, del quale ho sentito parlare davvero male. È una crema consistente, ma non troppo, con una profumazione erbacea e fresca. Come prima applicazione non mi è dispiaciuto: i capelli sono districati perfettamente, però per quanto riguarda il crespo e la sensazione di morbidezza, non ho notato quel quid in più che hanno altri prodotti che ho provato. Staremo a vedere come si comporterà nel lungo periodo, è ancora presto per tirare le conclusioni. Residua poi nella mia doccia un po' del balsamo ai semi di lino di Omia, che non mi ha fatto impazzire e che per questo sto usando soprattutto per fare degli impacchi, nella speranza di smaltirlo più velocemente.


Prima di asciugare i capelli, è mia abitudine applicare un olio o dei cristalli liquidi per proteggerli dal calore e disciplinarli ulteriormente. Sto usando al momento l'olio di argan di Omia in spray: ne spruzzo una puntina sul palmo delle mani, riscaldo il prodotto e lo applico solo sulle lunghezze e soprattutto sulle punte, aiutandomi con una spazzola. Mi piace l'effetto che mi dà, perché effettivamente rende i capelli più lisci e disciplinati, nonché lucidi. Lo utilizzo anche negli impacchi, unendolo al balsamo, per nutrire di più i capelli. 

Veniamo ora agli impacchi, che faccio una volta a settimana, tendenzialmente nel week end. In genere uso il balsamo che a turno ho in doccia oppure qualche prodotto che non mi piace e voglio smaltire più in fretta. Come vi dicevo, lo unisco all'olio, applico il composto sui capelli inumiditi, avvolgo con pellicola trasparente e cuffietta da doccia, lasciando in posa da un minimo di 3 ore ad un massimo di....ehm anche 10 :O L'effetto che ottengo dipende ovviamente dal tipo di prodotto che uso, perché se è un balsamo o una maschera che non mi piace, difficilmente usandola a mo di impacco cambierò idea. In generale però i capelli sono sicuramente perfettamente liberi dai nodi e, almeno per la prima giornata post impacco, sembrano più curati e più sani.

Questi sono i pochi e semplici passaggi che faccio. I miei capelli purtroppo risentono molto di ogni minimo cambiamento climatico e si sporcano facilmente col vento o con un po' di umidità, che non manca mai dove vivo. A questo punto, la parola a voi: come vi prendete cura dei vostri capelli? Avete qualche consiglio da darmi? 


Continue reading Hair care routine del periodo e qualche prima impressione

giugno 06, 2017

Finalmente Acqua e Sapone a Catania! Acquisti da Lidl ed Eurospin

Non so in quanti post mi sia lamentata dell'assenza di Acqua e Sapone a Catania e dintorni, ma finalmente questa grave lacuna è stata colmata e ben 3 punti vendita hanno aperto da pochissimo. Potevo non visitarne almeno uno? Oggi vi mostro quello che ho acquistato in questo primo round, ma appena posso andrò sicuramente in un altro punto vendita, che mi è sembrato più grande e fornito. 



Avevo bisogno di un nuovo shampoo e mi sono lasciata tentare da quello fortificante di Vitalcare Natural bio. L'ho già provato ieri e la prima impressione è positiva: ha una consistenza liquida ed una profumazione lievemente mentolata, ma quello che mi ha stupita è il potere pulente e sgrassante, maggiore persino dello shampoo di Vivi Verde Coop che fin ora è stato insuperabile. Spero di non pentirmi nel tempo di questa buona impressione! Nonostante le recensioni negative che ho letto, ho deciso comunque di provare anche il balsamo della stessa linea, che però non ho ancora aperto. Ho usato invece una volta il balsamo al karité di Equilibra: la profumazione è divina, ricorda molto le nocciole *.* Ho notato una buona capacità districante ed ammorbidente, ma è ancora presto per dirvi di più, anche perché devo capire bene come dosarlo per non appesantire i capelli. 



Per il viso ho acquistato due prodotti che volevo prendere da quando sono usciti: il detergente - scrub - maschera al carbone vegetale di Garnier e l'acqua micellare all'argan di Equilibra. Ho provato solo la maschera e devo dire che l'effetto sulla pelle mi ha stupita: punti neri e pori dilatati notevolmente ridotti, pelle morbida, compatta e luminosa. Che abbia finalmente trovato la maschera della vita? Il deodorante all'allume di rocca di Naturaverde è finito nel carrello perché costava poco e mi ha attirata la confezione. E' l'unico prodotto che sto provando da qualche giorno e purtroppo non credo mi aiuterà a contrastare sudore e cattivo odore a lungo: la profumazione di talco è delicata e persistente, ma se sottoposto alle ore calde della giornata, sento che non mi protegge abbastanza. Vi saprò dire più avanti se sono solo impressioni o realtà. 


Mi sono lasciata tentare anche dall'edizione limitata estiva Tropical summer di Cien dedicata al corpo, ma solo per quanto riguarda la cura dei piedi: ho acquistato infatti il peeling, il gel e lo spray deodorante. Ho già provato tutto ed il prodotto che più mi sta piacendo è proprio lo spray, perché rinfresca e deodora, senza lasciare il piede unto o appiccicaticcio. Il peeling mi sembra estremamente blando ed il gel non mi pare che rinfreschi o men che meno idrati, ma hanno un profumo fruttato ed estivo paradisiaco *.*


Infine, da Eurospin ho acquistato il thalasso scrub per il corpo della Fior di Magnolia, che volevo prendere già da tempo immemore. L'ho già provato ieri e devo dire che mi ha dato una buona impressione, almeno per quel che concerne l'esfoliazione della pelle. Mi aspettavo di sentire la pelle più morbida e nutrita, data la presenza di oli, ma così non è stato, anche se probabilmente potrebbe dipendere dall'eccessiva secchezza che per il momento soggiorna sulle mie gambe e che letteralmente risucchia ogni prodotto idratante che applico. 

Questi sono stati gli ultimi acquisti del periodo. Sorge spontaneo chiedervi se c'è qualcosa che avete provato e se c'è qualche prodotto interessante da provare venduto da Acqua e Sapone!


Continue reading Finalmente Acqua e Sapone a Catania! Acquisti da Lidl ed Eurospin

maggio 30, 2017

Skin care routine viso [ primavera - estate 2017]

Oggi è Domenica e avrei dovuto iniziare a ripetere la prima materia della sessione estiva, che inizierà tra una settimana esatta. Nonostante sia terribilmente in ritardo e nonostante mi fossi ripromessa di non procrastinare oltre, stamattina ho deciso di concedermi l'ultimo giorno di pausa e fregarmene del fatto che lo rimpiangerò a partire da domani mattina. Ne approfitto per parlarvi di un argomento di cui volevo parlare da un po', ma che lo scarso tempo a mia disposizione nelle ultime settimane mi ha impedito di fare. 

Tengo molto alla cura del viso e negli anni ho visto dei mutamenti positivi che mi spingono a fare sempre meglio. Per chi non lo sapesse, soffro di acne cistica da diversi anni, scatenata da uno scompenso ormonale. Negli anni ho seguito diverse cure prescritte dal dermatologo ed ho cambiato diversi medici: creme, farmaci e trattamenti vari hanno agito solo nel breve periodo, catapultandomi nuovamente nella situazione di partenza appena smessi. Ho deciso per lungo tempo di prendermi una pausa, stanca dei continui "fallimenti" delle cure intraprese, dopo che l'ultimo medico mi ha chiaramente dato due alternative: un farmaco abbastanza "pesante" oppure attendere un altro scompenso ormonale che probabilmente riequilibrerà la situazione. Adesso sto rivalutando l'idea di sentire un nuovo dermatologo, quanto meno per vedere se ci sono altre strade da poter provare. Nell'attesa che passi l'estate, sto continuando a curare il viso e vi assicuro che negli ultimi anni la situazione è nettamente migliorata. Non posso darne il merito totalmente all'utilizzo di prodotti con buon inci, dato che il problema è interno all'organismo, ma sicuramente questo ha contribuito a ristabilire una situazione che stava degenerando. 

Ormai tre anni fa ho iniziato non solo a sperimentare una cosmesi diversa da quella a cui ero abituata, fatti di prodotti casualmente acquistati al supermercato, ma ho iniziato soprattutto ad informarmi ed ascoltare di più la mia pelle, cercando di capirne le esigenze. Quella che vedrete non è una skin care routine definitiva, né tanto meno perfetta: ho ancora molto da imparare, ma a poco a poco sto cercando di migliorare. 

Detersione


Per tanto tempo ho sottovalutato questo momento, senza capire quanto fosse fondamentale pulire bene la pelle e prepararla ad affrontare intense, stressanti ed inquinate giornate. Per il periodo caldo, che qui da me inizia già ad Aprile, la mia pelle gradisce una formulazione in gel, leggera e rinfrescante, oppure una saponetta delicata, ma al contempo sufficientemente sgrassante. In questo momento sto utilizzando un unico prodotto sia al mattino, che alla sera: la saponetta con latte d'asina di Asilat. Pur non essendo certificato, ha ottimi ingredienti all'interno ed è fabbricato artigianalmente: vi troviamo olio di semi di girasole, olio di cocco, burro di karité, amido di frumento, olio d'oliva. Mi sta piacendo molto e direi che, forse, è la saponetta migliore che ad oggi abbia provato, perché pulisce bene il viso e lascia proprio la sensazione che la pelle sia detersa in profondità, al contempo non la secca assolutamente, anzi, essa al tatto risulta morbida come se avessi applicato una crema. 

La sera utilizzo la spazzolina manuale di Kiko, che ho acquistato da diverse settimane. Non sono ancora pronta a dirvi cosa ne penso, perché ho bisogno di provarla per più tempo e monitorare le reazioni della mia pelle. Per il momento posso solo dirvi che per la mia pelle non va bene utilizzarla due volte al giorno, perché mi ha arrossata ed irritata eccessivamente. In realtà non sono nemmeno fiscale nell'usarla ogni sera, in quanto comunque ho un viso molto delicato e non voglio rischiare di peggiorare la situazione. Diciamo che almeno 4/5 volte a settimana la utilizzo, in combo con il detergente di turno. Inizialmente ha fatto spuntare fuori molte più impurità di quelle visibili, adesso la situazione sembra essersi stabilizzata. Con movimenti circolari la passo su tutto il viso, insistendo sul naso, le guance e il mento, dove ho diversi punti neri e pori dilatati. 

Trattamenti giornalieri


Lo step successivo è sicuramente il tonico o un'acqua termale o simile. Sto utilizzando da mesi il tonico de I Provenzali alla rosa mosqueta e mi piace, perché lenisce, rinfresca e lascia la pelle asciutta e morbida. L'acqua di Evian la uso soprattutto quando ho la pelle più arrossata, perché magari ho appena applicato una maschera o fatto uno scrub. Sicuramente per il periodo estivo preferirò un'acqua spray, perché pratica e funzionale, mi aiuterà a combattere il caldo ed il continuo bisogno di rinfrescarmi.


Per quanto riguarda l'idratazione, sia mattino che sera utilizzo il contorno occhi de I Provenzali bio alla rosa mosqueta, che come tutti i contorno occhi è infinito. A dir la verità mi ha un po' stufata, nonostante sia un buon contorno occhi, almeno per la mia età e situazione attuale. Non ho un contorno occhi particolarmente secco ed ancora non ho segni di espressione, ma le occhiaie e le borse sono quasi sempre presenti. Non ho notato, nell'utilizzo, chissà quali miglioramenti, però è un buon prodotto se rapportato alle mie esigenze attuali. Quando lo finirò, prenderò di certo qualcosa di un po' più ricco e preventivo. 

Al mattino, per il periodo caldo, ho scelto una crema con formulazione in gel, perché è quella che la mia pelle tollera meglio durante la giornata, soprattutto se devo anche truccarmi. In genere, con le alte temperature, la mia pelle tende a lucidarsi molto in fretta e a sputare fuori l'unto in quantità industriali. Ecco perché preferisco qualcosa di leggero, fresco, di rapido assorbimento, senza però rinunciare ad un minimo di idratazione. E' ancora presto per recensirvi la crema gel viso idratante protettiva di Vivi Verde Coop, ma posso dirvi che per il momento sembra rispondere alle esigenze che prima vi ho elencato.

La sera utilizzo qualcosa di più corposo, la crema al riso e cotone di Naturaline, che mi piace molto perché si assorbe in fretta, non mi fa lucidare ed idrata bene la mia pelle.

Strucco 


Non potrei mai e poi mai pensare di poggiare sul cuscino un viso sporco di trucco: la sola idea mi fa venire la pelle d'oca! Amo sentire la pelle ben pulita e quindi, anche se con pigrizia, cerco di dedicare qualche minuto alla sera a questo momento. Se sono troppo stanca, rimuovo sia il trucco occhi che viso con una salvietta struccante all'olio di argan di Omia laboratoires, che amo perché sono efficaci e pratiche, poi risciacquo con la saponetta che vi ho mostrato sopra e continuo la mia routine. Se invece ho più tempo e più voglia, con dei semplici dischetti di cotone imbevuti dell'acqua micellare de I Provenzali alla rosa mosqueta elimino il trucco occhi e viso, poi passo il latte detergente Kaloderma, che in realtà non mi fa impazzire perché poco struccante, ma siccome devo terminarlo, non posso fare altro che trovargli uno spazio quotidiano nella mia routine. Infine risciacquo sempre con la saponetta.

Maschere e scrub


Una volta a settimana, solitamente tra il Sabato e la Domenica, mi dedico ad una pulizia del viso un po' più profonda, dove maschere e scrub non possono mancare. Credo siano i trattamenti che in assoluto prediligo, perché mi rilassa molto farli e mi sembra davvero di prendermi cura di me. Non faccio i vapori, ma sfrutto quelli della doccia per fare dapprima uno scrub. Non posso mostrarvene uno specifico, perché al momento li ho terminati tutti, comunque insisto soprattutto su naso e guance dove ho tanti punti neri e pori dilatati. Dopo la doccia, è il turno di una maschera, il più delle volte purificante. Ve ne mostro due in foto: la pasta d'argilla verde di Lovea e la maschera purificante di Bio Phytorelax, entrambe di recente acquisto. Posso darvi solo delle prime impressioni: mi sembrano abbastanza buone entrambe, ma la Lovea mi pare più astringente e "aggressiva" dell'altra, inoltre mi sembra sia più efficace sui punti neri.




Continue reading Skin care routine viso [ primavera - estate 2017]